Un giorno al Museo del Cinema (e dintorni)

Se siete arrivati fin qui, avrete probabilmente letto la mia guida per visitare Torino in un giorno e avete scelto di visitare il Museo del Cinema.

Arrivarci è facile: da Piazza Castello s’imbocca Via Po e in dieci minuti a piedi sarete in Via Montebello.

Volgete lo sguardo a sinistra, uscite dai portici ed eccola lì… Alta, scintillante, maestosa: signore e signori, sua maestà la Mole Antonelliana.

Dopo qualche fotografia d’obbligo e un paio di complicatissimi selfie con la Mole sullo sfondo (fino alla stellina in punta eh, altrimenti non vale), siete pronti ad entrare.

Provate a fare i biglietti online, così da evitare eventuali file lunghissime. Se non riuscite a farli e c’è molta coda non disperate, l’attesa verrà ripagata: infatti potrete salire (tramite un ascensore) sulla Mole Antonelliana perché il Museo del Cinema si trova proprio all’interno del simbolo di Torino.

Armate la vostra fotocamera e, una volta in cima, vedrete Torino dal punto più alto della città. E sarà così che rimpiangerete il fatto di non aver portato una memoria di scorta.

Godetevi il giro al museo e, una volta finito il tour, sperando che abbiate ancora un po’ di energie, in zona potrete fare un po’ di belle scoperte. Vediamole ad una ad una:

Tram di Torino

Se siete stanchi di camminare, vi consiglio di farvi un giretto accomodati sul tram della linea 7 storica di Torino (durata 1h).

Salite al capolinea, in Piazza Castello (fronte Teatro Regio), e godetevi il percorso (circolare) che vi porterà ad attraversare il centro di Torino e i suoi lunghi viali, comodamente seduti su una tipica vettura di fine ‘800, ripercorrendo il tragitto del primo tram su rotaia d’Italia.

Via Po, Piazza Vittorio Veneto e Chiesa della Gran Madre

Adesso è tempo di dirigervi nella piazza porticata più grande d’Europa: Piazza Vittorio Veneto.

Percorrete i portici di Via Po, una delle vie dello shopping a Torino preferite dai torinesi, e Piazza Vittorio Veneto vi si aprirà davanti a voi.

Se il sole è già tramontato, la Chiesa della Gran Madre spiccherà luminosa al fondo della piazza, oltre il ponte del Po; se invece è ancora giorno, la vedrete lì, bianca, in netto contrasto con i colori della collina torinese alle sue spalle. Una perla.

Adesso, dopo tutto questo girare, avrete sicuramente un po’ fame. Se non avete la più pallida idea su dove andare, qui trovate qualche idea su dove mangiare a torino.

No Comments

Post a Comment